Tourists Lifestyle

Giuliano Del Gatto

Questo progetto è stato premiato con la Menzione d’Onore al IPA 2013 nella categoria professionisti: ‘People: Lifestyle’ ed è stato pubblicato nel blog ‘Fotografia Italiana’ e in ‘Le Journal De la Photographie’. E’ stato in mostra a Roma, presso l’Ex Cartiera Latina – Via Appia, per il ‘Naked City Project’.

Si definisce turista “colui che viaggia in paesi diversi dalla propria residenza abituale e al di fuori del proprio ambiente quotidiano, per un periodo di almeno una notte ma non superiore ad un anno e il cui scopo abituale sia diverso dall’esercizio di ogni attività remunerata all’interno dello stato visitato. In questo termine sono inclusi coloro che viaggiano per: svago, riposo e vacanza, visite ad amici e parenti, motivi di affari e professionali, di salute, religiosi/pellegrinaggio e varie.” (World Tourism Organization).

Roma, con le sue attrazioni, è ogni anno meta di numerosi turisti da tutto il mondo, ciascuno con i propri differenti costumi e tradizioni, che confluiscono in una sola città. Questo incontro genera un certo numero di situazioni e comportamenti comuni tra i viaggiatori, che sono stati l’obiettivo del mio progetto fotografico.

Il primo pensiero di un turista è quello di documentare il proprio viaggio. Scattarsi una foto di fronte a un monumento caratteristico o un’attrazione locale è la prova di essere stati in un certo luogo, è qualcosa da mostrare ad amici e parenti, talvolta diventa persino più importante del semplice guardare. Un’altra caratteristica del turista è l’abbigliamento. Chi è del luogo riconosce facilmente un turista dai suoi vestiti. Questo accade perché la percezione del clima, così come il modo di vestire, è spesso legato al paese di origine, oppure perché vestirsi comodi è piuttosto importante se si deve camminare a lungo.
Non manca mai nel visitare una città piena di storia, la meraviglia, emozione universale, ma talvolta ci meravigliamo troppo facilmente, solo per il fatto di essere all’estero. Le guide turistiche per non rischiare di perdere qualcuno del gruppo, usano modi colorati e vistosi per farsi riconoscere e seguire.

Infinite sono le situazioni e le possibilità che si generano quando così tante esperienze di vita, abitudini e culture coesistono simultaneamente nella stessa città per un breve periodo di tempo.