Ronzio

Nino Cannizzaro
Ronza, la testa, la vita, il mio corpo inquieto, scosso e lenito da quel rumore ruggente e pulsante, scatenato da voli pindarici, emozioni tumultuose, amplessi di realtà. Ronzano come i paradossi che le emozioni non sanno ignorare, il silenzio assordante di viaggi intimi e solitari per perdersi e ritrovarsi. Un labirinto di cambiamenti muti e rinascite fragorose, pronto a librarsi in volo con ricordi eterei come fantasmi, sprofondare in occhi aperti sull’abisso, rincorrere desideri nascosti tra i riflessi e fuggire volti ridotti a maschere delle paure, in ascolto della voce roca del desiderio e quella tumultuosa del delirio. Il cupo pulsare di passioni e ossessioni che guidano la mia ricerca della luce nelle stridenti oscurità del quotidiano e tutto quello che si addensa nel profondo (della mia vita e fotografia). “Dopo aver raccolto per anni scatti generati da stati d’animo ed emozioni viscerali e vibranti come ronzii, ho deciso di condividerlo lasciando ad ogni sguardo la libertà di vedere e sentire quello che preferisce, senza alcuna ambizione, presunzione o intenzione di raccontare o suggerire nulla.”
Nino Cannizzaro
guarda il video

All projects