Massimo Napoli

City Limits

Terre emerse

Il concetto di limite è paradossalmente alieno a città come la mia. Le città come Salerno sono città che tendono ad allungarsi piuttosto che ingrandirsi, creature urbane che poggiano la schiena sui monti con lo sguardo sempre rivolto al mare.

Il mio primo istinto naturale nell’approcciare il tema del limite è stato quindi di rivolgermi al mare. Eppure il mare si è rilevato un misero limite per lo sguardo, un confine smorzato solo dalla curvatura dell’orizzonte. I monti alle mie spalle invece si sono rivelati solo punti d’osservazione privilegiati del mare.

Probabilmente un fotografo più equilibrato e meno testardo avrebbe cambiato oggetto di ricerca. Probabilmente un altro fotografo avrebbe fatto meglio. Io ho preferito reinventarmi la mia città, portando il mare lì dove il mare non c’è. inondando le strade nell’indifferenza dei passanti, creandomi artificiosamente e graficamente un limite per nessun altro motivo che il seguente:

Ne avevo voglia.

E la macchina fotografica mi ha permesso di farlo, rivelandomi poteri demiurghi che mi son scoperto sfruttare in modo più che compiaciuto.


All projects